Al fine di identificare le “Città Multiply” e “On the Road” che saranno coinvolte nel programma di formazione peer-to-peer di MULTIPLY, i partner del progetto organizzeranno 6 competizioni nazionali, una per ciascun Paese coinvolto, con l’obiettivo di selezionare 18 “Città Multiply”, con distretti e soluzioni efficienti dal punto di vista del modello richiesto e 24 On the Road, con l'ambizione di implementare soluzioni simili sul loro territorio.

La competizione, che sarà lanciata entro la fine di giugno di quest'anno, sarà aperta a tutti i comuni interessati, indipendentemente dalla loro dimensione, posizione e obiettivi specifici. Ciò che dovrebbe unirli è la volontà e l'ambizione di aprire la strada verso la transizione energetica europea dando esempio sul terreno. Restate sintonizzati per ulteriori informazioni!

Vuoi diventare una Città Multiply? Leggi qui

Vuoi diventare una Città On the Road? Leggi qui

Cosa valuteremo?

Dalle Città Multiply ci aspettiamo un approccio globale alla pianificazione urbana e la presenza anche di soli quartieri che possano essere da esempio in quanto in grado di soddisfare i migliori criteri nella pianificazione urbana integrata per l’efficienza energetica. Pertanto, valuteremo:

  • stato dell'arte nel comune / distretto / insediamento presentato;
  • attuazione di elementi integrati nella pianificazione urbana, compresi i settori di mobilità sostenibile, della pianificazione energetica e della pianificazione territoriale;
  • disponibilità a partecipare al programma di apprendimento peer-to-peer MULTIPLY e ad impegnare il personale competente per le attività del progetto.

Dalle Città On the Road ci aspettiamo che la vera volontà e l'ambizione siano sviluppate in modo integrato e sostenibile anche attraverso il programma di apprendimento peer-to-peer e gli scambi con le Città Multiply. Pertanto, valuteremo:

  • la motivazione a partecipare al progetto MULTIPLY;
  • una chiara visione di ciò che vorrebbero apprendere dalle Città Multiply e quali risultati vorrebbero ottenere
  • lo stato dell'arte del comune o del quartiere candidato e poi sottoposto a PAESC
  • eventuali altri progetti di sostenibilità energetica, trasporti e pianificazione territoriale e iniziative che mostrano l'impegno della città verso la transizione energetica
  • disponibilità a partecipare al programma di apprendimento peer-to-peer MULTIPLY e ad impegnare il personale competente per le attività del progetto.