Multiply Programma 2021 1
Tutto pronto per il convegno Multiply IL RUOLO DEI COMUNI NELLA PIANIFICAZIONE URBANA INTEGRATA E NELLA SFIDA CONTRO L’EMERGENZA CLIMATICA. Rinnovabili, efficienza, mobilità e partecipazione al centro della rivoluzione urbana.
Ospiti Katiuscia Eroe, Legambiente Campania, il Comune di Ferla,il Comune di Campi Bisenzio, Regione Toscana, Edilizia Pubblica Pratese SpA, QualeEnergia, Giorgio Zampetti.
L'evento si svolgerà all'interno del Festival dell'Economia Civile a CampiBisenzio il prossimo 17 settembre.
E' richiesta la registrazione obbligatoria tramite il sito bit.ly/FestivalEC2021

Al via gli di Multiply dedicati alle Amministrazioni. Obiettivo: mettere in evidenza il percorso dei Comuni in tema di pianificazione urbana integrata

Saranno 3 gli incontri che il progetto Multiply ha voluto dedicare alla diffusione delle esperienze portate avanti dai Comuni Multiply e On The Road selezionati attraverso il progetto Horizon.

PV system in Ferla Sicily Italy

 

Ad aprire le danze il webinar sulle Comunità Energetiche, andato online sulle pagine Facebook di Comuni Rinnovabili, Legambiente e La Nuova Ecologia lo scorso 25 maggio ed ha visto protagoniste le città di Ferla e Primiero, con i rispettivi portavoce, il sindaco Michelangelo Giansiracusa e il Direttore di ACSM S.p.A. Simone Canteri. Ad incoraggiare lo scambio delle buone pratiche e delle esperienze il confronto con i rappresentanti di alcune delle nuove comunità energetiche nascenti in Italia: Maria Teresa imparato, presidente Legambiente Campania promotore della Comunità Energetica e Solidale di Napoli; Maurizio Musio, tecnico del Comune di Serrenti,  Mariano Rosasco, SV Port Service per raccontare dell’autosufficienza energetica nel porto di Savona; Giovanni Lippolis, presidente di LL Italia e Antonino Lara, Assessore all’Urbanistica e al Patrimonio del Comune di Torino, per un focus sul progetto di Autoconsumo collettivo di Bardonecchia.

CR2021 STD

Scarica il save the date

Scarica il programma

 

Al via la nuova edizione di Comunità Rinnovabili, il Rapporto di Legambiente che dal 2006 fotografa lo sviluppo delle fonti rinnovabili nei Comuni Italiani, e da due anni anche lo sviluppo dei nuovi sistemi energetici legati all’autoconsumo e all’autoproduzione locale attraverso le energie pulite.  

L'appuntamento per scoprire quanto di buono e affascinante sta avvenendo nei nostri territori è per il prossimo 25 maggio 2021 dalle ore 10 alle ore 13.30 sulle pagine Facebook di Comuni Rinnovabili, Legambiente e La Nuova Ecologia e sul canale energia YouTube.  

La presentazione del Rapporto è organizzata nell’ambito del ciclo di incontri nazionali ed europei promossi dal progetto europeo MULTIPLY, progetto di Ricerca e Innovazione del bando HORIZON 2020 finanziato dall'Unione Europea, il cui scopo è quello di incoraggiare le autorità locali a sviluppare azioni integrate di pianificazione urbana e avviarsi verso una politica di transizione energetica. 

Dalla transizione energetica alla partecipazione pubblica. L’evento europeo che ha messo al centro tutte le buone pratiche dirette alla decarbonizzazione, all’efficienza energetica, alla mobilità sostenibile, all’uso delle fonti rinnovabili e alla partecipazione dei territori.

Si è svolta online lo scorso 16 aprile la prima conferenza europea organizzata da Legambiente nell’ambito del progetto Horizon2020 Multiply finanziato dalla Commissione Europea e dedicato alle migliori buone pratiche in tema di decarbonizzazione, di sviluppo delle fonti rinnovabili, di politiche di efficienza, di mobilità sostenibile e partecipazione. Ovvero i temi al centro del Green Deal Europeo e della transizione ecologica che dovranno traghettare il vecchio continente verso gli obiettivi climatici al 2050.

Ed è proprio su questi assi principali che si sta muovendo, da più di due anni, il progetto europeo che vede coinvolti 6 Paesi europei - Austria, Germania, Italia, Olanda, Svezia, Ungheria – con altrettanti partner - Deutsche Umwelthilfe, Association of Municipalities Polish Network “Energie Cités”, Energiaklub, Climate Alliance Austria, IVL Swedish Environmental Research Institute ltd., Legambiente accompagnati dai 2 partner tecnici Posad B.V. e Generation.Energy con l’obiettivo di spingere la pianificazione urbana integrata al centro non solo della lotta all’emergenza climatica che sempre più attanaglia realtà urbane e rurali.

La Big European Exchenge, infatti, si è svolta a conclusione di un percorso di formazione peer to peer proprio su questi temi e che ha visto il coinvolgimento di ben 42 Amministrazioni europee, 7 per ogni Paese coinvolto, con l’obiettivo di aiutare piccole e grandi città a diventare più vivibili e resilienti. Un percorso che ha visto il coinvolgimento non solo dei dirigenti politici che dovranno assumere le proposte di cambiamento, ma anche dirigenti tecnici e parte dello staff di comunicazione fondamentali per l’attuazione dei processi e della comprensione dei progetti. Gli obiettivi climatici infatti avranno un ruolo determinante nella trasformazione delle nostre città, grandi o piccole che siano.  Per questo importante che ogni stakeholder all’interno e all’esterno delle Amministrazioni abbiano non solo tutti gli strumenti per attuare il cambiamento, ma anche per coinvolgere cittadini e territorio in un processo in cui sarà fondamentale che ognuno faccia la sua parte.

Sette ore di conferenza, suddivisa in 4 sessioni tematiche nella quale 24 Comuni hanno potuto presentare le migliori buone pratiche e le strategie apprese ai fini della pianificazione urbana integrata, intelligente.

La diretta streaming, articolata in 4 sessioni tematiche - energia, efficienza energetica, mobilità sostenibile e partecipazione dei territori – è stata aperta dal vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini, che ha fatto gli onori di casa dando il benvenuto a tutti i partecipanti e mettendo in evidenza l’importanza degli obiettivi europei di decarbonizzazione e della pianificazione integrata, approfondita da Boris Hocks, CEO di Generation.Energy.

Dalla transizione energetica alla partecipazione collettiva: l’esperienza di 42 città europee al “Big European Exchange”: evento internazionale del progetto Multiply con tutte le buone pratiche dirette alla decarbonizzazione, all’efficienza energetica, alla mobilità sostenibile e all’uso delle fonti rinnovabili

 

ROMA. Decarbonizzazione, sviluppo delle fonti rinnovabili, efficienza, mobilità sostenibile e partecipazione sono alcune delle colonne portanti del Green Deal Europeo e della transizione ecologica verso la quale dovrebbe traghettarci il Piano Energia e Clima integrato in attesa di aggiornamenti da parte del Governo italiano. Ed è su questi tre assi principali che si muove già da più di due anni il progetto europeo Multiply, di cui Legambiente è partner, attraverso un percorso di formazione peer to peer sulla pianificazione urbana integrata che ha coinvolto 42 comuni europei, di cui 7 italiani. Per aiutare piccole e grandi città a diventare più vivibili e resilienti al cambiamento climatico si è partiti dal basso, ovvero coinvolgendo dirigenti, assessori, sindaci e staff delle amministrazioni locali in un percorso di formazione e apprendimento dando input e strumenti utili a colorare di green le loro città.

Oggi nel corso di un evento online, la “Big European Exchange”, sono state presentate le migliori    buone pratiche e strategie apprese dai Comuni protagonisti nella pianificazione urbana integrata,    intelligente e lungimirante, grazie anche al lavoro fatto dal team del progetto Multiply, finanziato dall’Unione Europea attraverso il programma Horizon 2020.

Durante questo percorso diverse amministrazioni locali sono state incoraggiate, a livello nazionale ed europeo, a sviluppare azioni di pianificazione urbana integrata che hanno condensato elementi di mobilità sostenibile, energia rinnovabile e pianificazione territoriale alla loro normale attività di amministrazione pubblica – dichiara Katiuscia Eroe, responsabile energia di Legambiente Dopo questa esperienza 42 Comuni europei avranno migliori strumenti di pianificazione e potranno nei prossimi mesi mettere in atto migliori strategie nella realizzazione dei PAESC e dei progetti ad esso associati, prendendo in considerazione anche il tema della partecipazione del territorio fondamentale in processi di cambiamento e trasformazione così profondi”.

Best practices at the heart of the conference that will feature European municipalities engaged in integrated urban planning

Multiply STD 2021 ITA

Renewable energy, efficiency, mobility and participation will be the focus of the meeting 

16 APRILE 2021  

09:30   –    18.00 

Si svolgerà il prossimo 16 aprile la BIG EUROPEAN EXCHANGE, best practices at the heart of the conference that will feature European municipalities engaged in integrated urban planning. Renewable energy, efficiency, mobility and participation will be the focus of the meeting” un evento organizzato da Legambiente, in collaborazione con i 7 partner del progetto europeo MULTIPLY: progetto di Ricerca e Innovazione del bando HORIZON 2020 finanziato dall'Unione Europea, il cui scopo è quello di stimolare l’incremento di azioni di sostenibilità ambientale dalla pubblica amministrazione per le proprie città con il fine ultimo di raggiungere gli obiettivi ridurre le emissioni di CO2 nei propri territori. 

Obiettivo dell'incontro è quello di mettere in evidenza quanto di positivo sta accadendo nei territori europei in tema di PIANIFICAZIONE URBANA INTEGRATA.  

Si è concluso il 31 marzo il percorso di formazione P2P organizzato nell’ambito del progetto Multiply e che ha visto il coinvolgimento di 7 Comuni italiani - Primiero San Martino di Castrozza (TN), Campi Bisenzio (FI), Ferla (SR), Fluminimaggiore (CI), Aprilia (LT), Rocca Canterano (RM) e Montechiarugolo (PR) – con l’obiettivo di migliorare le conoscenze e le competenze in tema di pianificazione urbana integrata.

Grazie al supporto tecnico di AzzeroCO2, ma anche agli interventi di tanti esperti come ad esempio Anna Donati, responsabile mobilità sostenibile Kyoto Club, Marco Pezzaglia, del gruppo Professione Energia-Founder & Principal, o Sergio Ferraris, direttore di Qualenergia,  i Comuni, con la partecipazione di dirigenti, assessori, sindaci ma anche tecnici e staff della comunicazione, hanno potuto affrontare da diversi punti di vista i temi legati alla pianificazione urbana integrata: ovvero come produzione energetica da fonti rinnovabili, efficienza, mobilità e partecipazione possono essere tenuti insieme  in un unico progetto di sviluppo che può riguardare un intero territorio, ma anche quartieri o porzioni di essi.  

 

Individuazione delle criticità e degli obiettivi per la rigenerazione dei territori  

Si è svolto il 15 febbraio 2021, l’incontro “Il Ruolo Della Pianificazione Integrata (II)”,con ospiti tutti i tecnici dei Comuni Multiply, costantemente impegnati nel percorso peer to peer (P2P) iniziato a giugno dell’anno scorso.

Non si ferma, infatti, la raccolta delle informazioni che aiuteranno le amministrazioni impegnate nel progetto a definire gli obiettivi da raggiungere al 2030 per rendere le loro città più sostenibili grazie a progetti e azioni virtuose.

Tra i parametri più preziosi la riduzione delle emissioni di CO2, a livello globale e locale. Elemento prezioso nel processo di transizione e trasformazione, ma che, senza adeguate conoscenze e strumenti, può essere difficile da raggiungere.  Per questo prima ancora di scegliere gli obiettivi è importante partire da una conoscenza di base di quanto accade nel proprio territorio, per individuare i settori sulla quale è necessario e urgente intervenire, ma anche come intervenire. E tutto questo può essere studiato solo attraverso una raccolta di informazioni molto specifiche, a volte complessa, nella quale oggi sono proprio impegnate le nostre Amministrazioni.